CRT Karate
Stampa E-mail
Martedì 28 Gennaio 2020 21:47

Gaia Taccola, ad un passo dall'esordio Europeo

 

Manca quasi una settimana al Campionato Europeo di Karate a Budapest che quest'anno vedrà partecipare un altro po' di Toscana. Sì sul tatami di gara ma non come atleta. Domenica, a margine dell'allenamento CRTK alla Palestra Cadorna, abbiamo incontrato Gaia Taccola che ci ha raccontato tutto il suo percorso da arbitro, dagli esordi in regione fino all'ultima selezione per l'Europeo.

Gaia Taccola

 

Ciao Gaia, raccontaci perchè proprio "arbitro"? Dopo aver terminato la carriera agonistica, la M° Tiziana Costa mi convinse ad iscrivermi al corso arbitri ed io mi persuasi, un po' incuriosita perché volevo capire come funzionasse il lavoro di questa categoria tanto disdegnata ma soprattutto perché mi sarebbe piaciuto essere, per gli atleti, l'arbitro che avrei voluto trovarmi davanti io quando gareggiavo.

Dopo la grande decisione, sono iniziati i primi esami. Dunque nel 2013 ho superato l'esame di Arbitro Regionale e da lì ho lavorato sempre duramente, sotto la guida di Alessio Giraldi, che mi ha insegnato tutto quello che so e a cui continuo ad ispirarmi. Son potuta crescere anche grazie al lavoro di Alessandro Pugi, che, in quanto nostro Crug, ci consente di lavorare tanto, in un clima sereno ed in un gruppo coeso che infatti è in continuo miglioramento. Nel 2016 ho superato il secondo esame nazionale e nel 2018 ho conseguito la qualifica di Arbitro di 1ª categoria, che mi ha permesso di cominciare ad arbitrare i Campionati Italiani. 

E Quindi ora è il momento dei tatami internazionali? Oggi la Fijlkam, che ringrazio, mi ha offerto l'opportunità di crescere ancora. Ho passato un preesame nazionale fra arbitri selezionati dalla Commissione Nazionale Ufficiali di Gara. E ora andrò a Budapest dove dal 4 al 6 febbraio affronterò gli esami per diventare Judge B Europeo di Kumite e di Kata. Si tratta della prima delle 2 qualifiche di Arbitro Europeo di kata e la prima delle 4 qualifiche di Arbitro Europeo di kumite: sì, è un percorso lungo e tortuoso. Nel caso in cui dovessi superare gli esami, dal 7 al 9 febbraio potrò arbitrare i Campionati Europei Giovanili e soltanto al termine della gara, se dovesse andare tutto liscio, mi confermeranno la qualifica. Quindi incrocio le dita e parto entusiasta per questa nuova avventura! Comunque la cosa bella per il Comitato Regionale è che già abbiamo Alessio, che per me è uno degli arbitri migliori al mondo, non solo d'Italia, e se io riuscissi a passare gli esami avremmo due Arbitri Internazionali quando nessun'altra regione ha più di un arbitro internazionale, a parte la Sicilia che ne ha 3. Questo è sintomo che la classe arbitrale in Toscana lavora bene!

 

Grazie Gaia per la disponibilità. Da tutto il Comitato Regionale Toscano Settore Karate un grosso in bocca al lupo!

 

Niccolò Zanella
Referente Comunicazione
Comitato Regionale Toscano - Karate

Questo post è stato sponsorizzato da Piccini Wines

logo Piccini wines

Ultimo aggiornamento Mercoledì 29 Gennaio 2020 11:25
 

Chi è online

 12 visitatori online
Hits visite contenuti : 1158263

Condividi questa pagina

  • Twitter
  • Facebook
  • MySpace

Feed RSS

Notizie dal Comitato Regionale Toscano - Settore Karate Notizie dal Comitato Regionale Toscano - Settore Karate
Gestione tecnica piattaforma CMS a cura di PlaNet S.r.l. Sistemi Informatici