CRT Karate
Stampa E-mail
Giovedi 06 Ottobre 2011 22:18
Bari Capitale del Mediterraneo Toscana 4 medaglie intercontinentali

Bari Capitale del Mediterraneo

Toscana 4 medaglie intercontinentali
Sabato 3 e Domenica 4 Settembre il Palaflorio di Bari è stato palcoscenico di grande karate, infatti Bari e l’Italia hanno ospitato una delle edizioni più prestigiose di sempre del Campionato del Mediterraneo Giovanile. La XX° Edizione di questo meraviglioso Campionato ha sancito la fine della gloriosa Presidenza italiana per conto del Professor G. Pellicone Vicario Fijlkam che 25 anni fa aveva fondato l’Unione delle Federazione Mediterraneo U.F.M.K. per diventarne poi presidente nel 1997. Dopo 14 anni di impegno e soddisfazione lo scettro passa al Tunisino Beshir Sherif. Il Professor Pellicone è stato invece nominato Presidente onorario della U.F.M.K.

Abbandonando la Politica Internazionale credo sia importante sottolineare come per merito soprattutto dell’assessorato Barese in collaborazione con Provincia e Regione sia stato possibile offrire un contributo di servizi, elevatissimo nella qualità, a tutti i paesi ospitati. Inoltre La Federazione nella persona del Presidente Prof. Giuseppe Pellicone e del consigliere Federale M° Sergio Donati ha avuto un grosso spazio in conferenza stampa per manifestare l’orgoglio e l’importanza della competizione stessa. Molti incontri e la conferenza stampa sono visibili sul sito ufficiale dei Campionati del Mediterraneo 2011 e su you tube.

Detto questo la Regione Toscana rappresentata in primo luogo dal Consigliere Sergio Donati e dal V.Presidente Enzo Bertocci ha l’onore di comunicarvi che il suddetto campionato ha rappresentato e rappresenterà un evento storico in virtù dei risultati che avrebbero dell’incredibile se non fosse per il fatto che li ha ottenuti la Toscana che ormai ci ha abituato a imprese di ogni tipo:

Per quanto io sia solito invitare alla calma e al raziocinio credo sia proprio impossibile rimanere con i piedi per terra dopo una prestazione così brillante perché la nostra affezionatissima Toscana è risultata la regione più fruttuosa nel medagliere Italiano e con 5 oro e un argento ha superato anche la solita spaventosa Campania che pure non ha sfigurato con le sue 2 medaglie d’oro 2 d’argento e 2 di bronzo.

Un successo ovviamente Italiano prima che Toscano ma che evidenzia l’incessante marcia di una Regione che non sembra conoscere limiti al meglio.

Hanno conquistato la Medaglia D’oro:

Giulia Magherini (A.K.S. Sesto Fiorentino) categoria -59 kg Junior che è atleta fiorentina non nuova alle uscite in nazionale; senza dubbio la più matura della squadra Toscana data l’età; soffre il peso della responsabilità; Giulia appariva tesa e stressata da un raduno rigido in cui i tecnici la ponevano davanti ad un “aut aut”. Vincere o niente mondiale! Per questo motivo il suo maestro ha deciso di partire la mattina del Sabato stesso da Firenze: per condividere l’agonia e per fissarla negli occhi quell’istante che sarebbe bastato per catapultare via ogni paura. Giulia supera Turchia, Macedonia e Francia e lancia un messaggio chiaro… “ Io voglio andare in Malesia!” Brava Giulia alle chiacchiere si risponde con le medaglie!!! Forza di Volontà!!

Viola Lallo (Budokan Grifo Toscana) categoria -47 kg cadet è la star del momento un atleta capace di vincere 14 incontri consecutivi a suon di Sanbon. Il suo Ura-mawashi è invisibile e negli occhi del suo tecnico Sabato abbiamo visto la commozione di un uomo vero… perché l’uomo vero è quello che non ha paura di piangere!!! Quegli occhi lucidi non li dimenticherò mai. La bellissima Viola supera Bosnia, Turchia e Montenegro con la stessa semplicità con cui la mattina ci prepariamo il caffè. Per lei calciare è come comporre una melodia per un musicista… è la bellezza che dona il brivido. Artista!

Serena Bonuccelli (Karate Camaiore) Kata squadre senza dubbio non è l’atleta giusta da allenare per chi soffre di cuore… a metà settimana sembrava out… per un risentimento al ginocchio che i medici della nazionale hanno saputo guarire miracolosamente. Serena Domenica sera sorrideva con la medaglia al collo… quel brillante oro a cui lei ci ha più volte abituati. Non abbiamo avuto il tempo dell’intervista ma sappiamo già per chi è la
dedica… “ Al Mio Papà!!” griderebbe; Correggimi Serena se così non fosse!!! La squadra kata supera Bosnia, Montenegro e Francia. Combattiva!

Simone Marino, in arte Mr.. Kizami, (Kodokan Firenze) categoria +70 kg cadet ha nell’esplosività la sua arma più affilata. La forza fisica non gli risparmia però la severità di M° Simmi; vive le stesse emozioni di Giulia durante il raduno e appare scosso il Sabato mattina. Il vantaggio nell’incoscienza per lui che appena 14enne non da troppo peso alle indicazioni dei Tecnici Azzurri e decide semplicemente di demolire tutti gli avversari; Bosnia, Macedonia e Francia non bastano a fermare il così detto “ Maro Show!”

Gabriele Petroni (Spazio Sport) Kata a squadre gareggia la Domenica in un momento molto delicato per il medagliere che è ancora in mano ai turchi. La responsabilità sulle spalle di una squadra che non aveva ancora mai vinto un campionato internazionale ma che da un po’ di tempo sembrava aver acquisito solidità. Domenica sul viso di Gabriele si leggeva fiducia e tranquillità. Oro per lui e per la sua squadra che supera Francia e
Turchia. A lui oggi dico: “bravo, bravo Gabriele, te lo meritavi da tempo questo oro che alla fine è arrivato”. Tecnico come pochi altri, Gabriele ha nel cuore però il suo miglior pregio; esempio da seguire per marzialità, educazione e intelligenza… Un ragazzo “d’oro” che tutta l’Italia ci invidia. Siamo fieri di te!!

Medaglia d’Argento per Mattia Pampaloni (Kodokan Firenze) categoria -57 kg cadet; Decisamente il più tattico tra i toscani, Mattia conduce una gara quasi perfetta; supera nettamente Montenegro e Macedonia ma si deve fermare di fronte al fortissimo Turco. 15 anni a Novembre per “ El Pampa” che combatte come un senior per il suo costante senso tattico. Mattia dimostra di essere lucido fino alla fine mantenendo alto il pressing in tutti e 3 gli incontri. E’ attivo e non molla mai, ma per questa volta ci dobbiamo accontentare dell’argento. Arrabbiato!!

Alla loro si aggiunge la soddisfazione del M° Tiziana Costa ancora una volta presente pesante nel contributo che ha portato il kata Italiano giovanile sempre più in alto.

Come addetto stampa mi prendo la responsabilità di far notare con dispiacere di come una Regione così forte non avesse nemmeno un rappresentante nel gruppo arbitrale in una gara così importante; Lungi da me il voler scatenare allarmismo per un problema che non può essere irrisolvibile considerata l’esperienza che questa Regione ha acquisito negli anni c’è da constatare che sono sempre in pochissimi gli ufficiali di gara attivi dalla Toscana e al momento forse ci sarebbe bisogno di consolidare e aiutare anche quel settore. Con la sola speranza che sia di stimolo per migliorarci ancora e crescere e non certo per alimentare polemica posso esser sicuro che non vogliamo rimanere indietro da nessun punto di vista e quindi: “rimbocchiamoci le maniche!!!”

Come sempre, il più sincero saluto

L’Addetto Stampa C.R.T.K.
Francesco Puleo



Scarica il documento in formato pdf continua
Ultimo aggiornamento Mercoledì 12 Ottobre 2011 12:59
 

Chi è online

 20 visitatori online
Hits visite contenuti : 905132

Condividi questa pagina

  • Twitter
  • Facebook
  • MySpace

Feed RSS

Notizie dal Comitato Regionale Toscano - Settore Karate Notizie dal Comitato Regionale Toscano - Settore Karate
Gestione tecnica piattaforma CMS a cura di PlaNet S.r.l. Sistemi Informatici